Nella Terra di Mezzo...

La magia dei desideri realizzati, non è utopia, non sono loro a non esistere, ma siamo noi che li blocchiamo smettendo di crederci. (Ejay Ivan Lac)
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 miniminagghie siciliane

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Asineth
Admin
avatar

Messaggi : 984
Data d'iscrizione : 14.02.12
Età : 43
Località : Catania

MessaggioTitolo: miniminagghie siciliane   Mer Dic 10, 2014 6:32 pm




CU APPI FOCU CAMPAU,
CU APPI PANI MURIU

Na vota cc’eranu na pocu di marinara chi navicavanu. Era tempu ri nvernu, e lu friddu si muria, ca macari li punti di li nasi cadìanu. Succedi ca si nni vinni lu malutempu, e lu bastimentu, sbatti ccà, sbatti ddà, detti ad acqua e iju a funnu. Li marinara comu vosi Diu, natannu natannu, junceru nterra. Ddà cc’eranu genti e tutti cuminciaru a da ricci un so chi d’aiutu.Parti di sti marinara jeru nta na casa, e parti nta n’autra; chiddi di ddà casa appiru pani, ca avia assai ch’un manciavanu ed eranu morti di fami: l’autri dumannaru na vampicedda pi quadiarisi, ca eranu ncazzuluti di friddu. Tant’è ca lu nnumani chiddi ch’avianu manciatu si truvaru tisi tisi morti di friddu, e chiddi chi avianu pinsatu a quadiarisi, eranu vivi comu tutti l’autri. Accussì nni vinni ca Cù appi focu campau e ccu appi pani muriu.

Traduz. CHI SI SCALDO’ VISSE, CHI EBBE PANE, MORI’

Una volta c’erano dei marinai che andavano per mare. Era inverno ed il freddo era così forte da sembrare che cadessero le punte del naso. A ccadde che venne una grande tempesta ed il bastimento affondò. I marinai come Dio volle, nuotando giunsero a terra. La gente del posto li aiutò a sistemarli alcuni in una casa, altri in tal’altra casa. Alcuni della prima casa, ebbero del pane dacchè era da molto che non ne mangiavano, gli altri chiesero un fuoco acceso per riscaldarsi poiché erano tanto intirizziti. C’era così freddo che l’indomani quelli che avevano mangiato si trovarono tesi tesi, morti di freddo, e quelli che avevano scelto di riscaldarsi, erano rimasti vivi. Così rimase che:- chi si scaldò, visse, chi mangiò, morì…-
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
miniminagghie siciliane
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» * brioches col tuppo siciliane

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Nella Terra di Mezzo... :: Fiabe, aneddoti e miniminagghie-
Andare verso: